Nessun commento

Vantaggi e svantaggi della messa in vendita di un immobile

Vantaggi di messa in vendita di un edificio

– Per ogni restauro intrapreso è possibile fare domanda per un contributo pubblico tra il 30-50% del costo compreso fees- professionali di solito il 30% in realtà data.

– Il 19% del costo può essere detratto dalle tasse.

– Lo Stato paga fino al 6% degli interessi del mutuo relativo al costo di acquisto di un edificio storico di ristrutturare.

– Imposta di successione e l’acquisto è minore rispetto alla norma.

– Il reddito da locazione non è tassato.

– La tassa di proprietà è di circa ¼ della norma.

Svantaggi di messa in vendita di un edificio

– Il permesso per il restauro si deve ricevere dalla “Soprintendenza alle Belle Arti”, e dal Comune.

– L’edificio deve essere aperto al pubblico una o due volte al mese (più le visite).

– La struttura è soggetta al diritto di prelazione da parte dello Stato nel caso si decida di vendere. Questa diritto ha un limite di tempo di 60 giorni dalla firma del rogito con l’acquirente privato.

– Vi sono alcune limitazioni sul modo in cui si effettua il restauro. Questo varia da un edificio all’altro.

– L’edificio deve essere ben conservato.

– Non è possibile disporre ampliamenti.